Massimiliano Raso intervista Veronica Peparini

Lei si sente sempre alla ricerca di qualcosa (come la Sirenetta di Disney) anche se finora ha trovato i più grandi (giusto per citarne qualcuno: Pavarotti, Renato Zero, Kylie Minogue, Robbie Williams). Arriva in Puglia, ospite di Rossella Brescia e della sua scuola, l’insegnante di Amici

 

Veronica Peparini, nata a Roma da una famiglia di danzatori, già all’età di 11 inizia a ballare. Insegnante tra le più apprezzate della trasmissione “Amici” di Maria De Filippi, nella sua carriera ha partecipato a show musicali nazionali e internazionali con artisti quali Pavarotti, Renato Zero, Kylie Minogue, Robbie Williams. Con il musical “Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo”, per la regia di Giuliano Peparini, Veronica è premiata come miglior coreografa agli “Oscar italiani del Musical”.

Veronica è la tua prima volta a Martina Franca?

Sì, è la prima volta. So che Martina Franca è una gran bella città e la gente è molto accogliente. Poi ci sono grandi ballerini che provengono da questa terra, un po’ ovunque in Puglia, regione dove spesso mi reco. Molti ballerini pugliesi mi capita di incontrarli a Roma in quanto alcune persone devono spostarsi per migliorare il proprio bagaglio artistico.

Come hai incominciato questa tua strepitosa carriera di danzatrice?

Ho sempre vissuto in un ambiente in cui ho potuto respirare l’arte. I miei genitori, infatti, erano degli ottimi ballerini e mi hanno trasmesso questa sana passione della danza. Poi crescendo mi sono sempre più perfezionata fino a raggiungere ottimi traguardi. Ho avuto la possibilità di lavorare con grandi artisti: Ricky Martin, Robbie Williams, Renato Zero, Luciano Pavarotti, Kylie Minogue, Claudio Baglioni.

E come coreografa?

Ho collaborato ultimamente con Giorgia nella realizzazione del video-clip della canzone "Non mi ami"; ho dato un importante contributo al tour "Alla mia età" di Tiziano Ferro e a quello intitolato "Le Cose Cambiano" di Velvet. Una mia soddisfazione è stata quella di curare gli show di Franco Dragone, creatore dei più grandi spettacoli del Cirque du Soleil, spostandomi dall'Italia alla Spagna fino a giungere in Cina.

Che differenza c’è insegnare in TV rispetto a una classica scuola di danza?

Nessuna differenza in realtà. Un talento lo riconosci subito e poi devi saperlo indirizzare.

Cos'è per te la danza?

È libertà d’espressione, è la possibilità di potermi esprimere senza utilizzare le parole.

Chi è Veronica oggi?

Una persona normale, una persona appagata per quanto riguarda la parte artistica. Quando non lavoro, invece, come tutte le mamme resto a casa con i miei figli. Se ti posso dire una particolarità di come mi sento, immagina quel personaggio di Walt Disney, la Sirenetta, ecco io sono sempre alla ricerca di qualcosa, mai sazia di sapere e scoprire.

Danzatrice, dunque, e anche ottima mamma. E’ difficile coniugare questi due aspetti della vita?

Difficile no, tutto è possibile, bisogna solo sapersi organizzare e poi ci vuole qualcuno che ti dia un aiuto. Io per fortuna ho i nonni che aiutano molto.

Il rapporto con tuo fratello Giuliano Peparini?

Noi abbiamo avuto percorsi praticamente diversi che ci hanno portato a seguire strade diverse. Negli ultimi anni il nostro rapporto devo dire che è migliorato molto. Inizialmente, come può capitare a chi artisticamente ha legami di sangue, avevamo vedute diverse sulle coreografie ad esempio, ma pian piano ci siamo avvicinati e adesso il nostro rapporto si è equilibrato ed abbiamo avuto grandi collaborazioni come nel Musical “Romeo e Giulietta Ama e cambia il mondo”.

Il tuo sogno nel cassetto?

Mi piacerebbe seguire un tour italiano di un cantante come coreografa e poi mi piacerebbe tanto fare un altro musical”

Articoli