Marc Anthony, la star latinoamericana

di Massimiliano Raso

Usa parole dolci Jennifer Lopez a proposito di Marc Anthony: "...è una persona appassionata...e io lo amo". Si sono sposati nel 2004, ai tempi di "Amar sin mentiras", preceduto dal singolo Ahora quien, di Escapémonos cantato in duetto; J-lo è la futura moglie del più apprezzato cantante latino vivente del pianeta. Perchè Marc Anthony sarebbe da considerarsi il più grande artista latinoamericano? Con Mended (2002) vende più dischi in assoluto superando 1.300.000 di copie. E' un attore di talento: da “Man on fire” di Tony Scott, a “Al di là della vita” di Martin Scorsese, a El Cantante del regista cubano Leon Ichaso. Ha un fascino latino tutto suo. Andrea Morandi, in un suo articolo sulla “Repubblica”, lo ha definito “il Re della Salsa…”. Non avrà mica esagerato? “Camminando per le strade ascoltavo la musica di Rùben Blades arrivare da una finestra, le canzoni di Gloria Gaynor dall' altra parte della strada, i Doobie Brothers alla radio delle auto che passavano e quindi, in questa contaminazione di generi, ogni volta che ho cantato musica latina, ho sempre cercato di interpretarla con uno stile tutto mio”. Se nasci a New York da genitori portoricani immigrati nella “Grande Mela”, il tuo destino è nel segno della musica. Sin da piccolo, infatti, Marc scrive e canta per altri musicisti, fino a collaborazioni che sfociano nella registrazione di lavori significativi come When the night is over del 1991, con la partecipazione di Tito Puente e Eddie Palmieri. E' anche stato detto che Marc Anthony è molto meglio di Ricky Martin: sa unire la salsa e il pop, lo spagnolo e l’inglese in una miscela di contenuti ritmici davvero vincenti. Il successo per il cantante dell’Est Harlem arriva con Otra nota del1993, Todo a su tiempo del 1995, Contra la corriente del 1997 fino al Grammy del 1999 come Best Tropical Latin Performance. Segue "I need to know" , il vendutissimo Mended, due dischi in lingua spagnola, Libre (2001) e Amar sin mentiras (2004). Nella vita del cantante, quasi come se fosse un pellicola cinematografica, oltre alla musica c’è una passione, un'amore, una donna: Jennifer Lopez. Portoricana, bella e travolgente, la J-lo è una strepitosa cantante, ballerina e attrice. Sette anni di matrimonio, (si sono separati nel 2011) due gemelli ed un intenso rapporto artistico fanno della perfetta (o quasi) coppia, a dir poco holliwoodiana, complici in video musicali, cantando e ballando, girando film indimenticabili insieme. Va detto, però, come spesso la figura di Marc sia offuscata dalla forte personalità di Jennifer. Vincitore di 5 Grammy Awards, attore e produttore, nel 2013 esce l'album intitolato “3.0” registrato a Miami che contiene nove canzoni inedite che riflettono pienamente il suo tipico stile. Con 20 - Grandes Exitos  Marc Anthony riceve insieme a Laura Pausini nel dicembre 2014 una nomination ai "Lo Nuestro Awards 2014" nella categoria Collaborazione tropicale dell'anno e a marzo 2015 due nomination ai Premios Juventud 2015 nelle categorie Combinazione perfetta e La più contagiosa. Una carriera al top a meno di cinquant'anni. Ma il nome di Marc Anthony, per gli affezionati di ballo caraibico, è legato inesorabilmente alla Salsa. La sua musica sembra una ballata continua. Tra la fine degli anni novanta e metà duemila, del resto, le sue canzoni hanno contribuito al successo di questo genere latino in tutto il mondo. In Italia nel 2008 si è esibito al Festival Internazionale di Musica e Cultura Latino Americana di Roma (Ippodromo delle Capannelle) e al LatinoAmericando Expo di Milano lasciando ampi dibattiti di discussione tra gli addetti e non solo. La presenza ingombrante della ex moglie, le uscite centellinate, la gestione di un'artista a tratti dimenticato nel Bel Paese. Ma quanto bisognerà attendere per rivederlo in Italia di nuovo dal vivo? Ormai sembra certo, tutto sta per avverarsi, direbbe qualche fan, e presto sarà possibile ascoltare quell’emozionante voce in chiave “salsa” che fa ballare ed emozionare. 

Articoli